Informazioni su JMP


SAS Entry Signage
JMP è una divisione di SAS

Il rapporto tra JMP e SAS

JMP fa parte di SAS fin dal lancio della prima versione del software di analisi statistica JMP, nel 1989, che ha portato la visualizzazione e l'analisi interattiva dei dati su desktop. SAS è leader nel settore di software e servizi di analisi aziendale, nonché il maggior fornitore indipendente nel mercato della business intelligence. Grazie a soluzioni innovative, SAS aiuta i clienti di oltre 60 000 siti a migliorare le prestazioni e creare valore attraverso decisioni più rapide e di qualità. Fin dal 1976 SAS offre ai clienti di tutto il mondo THE POWER TO KNOW®.


John Sall
John Sall
Cofondatore e VP esecutivo di SAS
Creatore e progettista responsabile di JMP

JMP

JMP è una divisione di SAS che produce software interattivi per l'analisi statistica su desktop. Pronunciato come la parola inglese “jump” (salto), il nome suggerisce un balzo in avanti nell'interattività, uno slancio in una nuova direzione. John Sall, cofondatore e VP esecutivo, ha dato vita a questo software dinamico e continua a operare nel ruolo di progettista e responsabile della divisione JMP. Introdotto nel 1989 pensando a scienziati e ingegneri, JMP si è evoluto in una famiglia di prodotti per l'analisi dei dati utilizzati a livello globale e in quasi tutti i settori. Fin dagli esordi, il software JMP ha consentito agli utenti di eseguire analisi interattive su desktop.

I prodotti JMP vengono abbinati e spesso implementati insieme alle soluzioni SAS che forniscono servizi di business intelligence basati sui server. L'impegno di SAS nel voler ottenere accuratezza, valore e qualità è evidente in ogni nuova versione del software JMP. Tramite SAS, i clienti di JMP di tutto il mondo ricevono formazione, assistenza tecnica, licenze e servizi di distribuzione. In Europa, Stati Uniti, Cina e Giappone sono presenti team specializzati nei prodotti JMP.


JMP 1 shipment group photo
La prima versione di JMP commercializzata il 5 ottobre 1989.

Gli inizi

Con lo sviluppo di JMP si voleva sfruttare il nuovo valore offerto dall'interfaccia grafica (GUI) dei personal computer degli anni '80. Questa innovazione ha fatto la sua prima comparsa nel 1984 con il Macintosh di Apple e poi, qualche anno dopo, è approdata su Windows. La GUI ha cambiato tutto. Al posto delle tastiere, la gente poteva svolgere la maggior parte delle azioni con un dispositivo di puntamento: il mouse. Utilizzare un computer non diventò soltanto facile, ma anche divertente. I fogli di calcolo potevano essere visualizzati sotto forma di grafico e non più solo in formato numerico. Inoltre, era possibile individuare pattern e outlier all'interno dei dati. JMP permise agli utenti di fare tutto questo, e una delle linee guida dell'interfaccia originale era di produrre un grafico per ogni statistica.


JMP Control Chart
Carta di controllo di JMP

Miglioramento costante

Negli anni '80 e '90, ingegneri e analisti adottarono processi decisionali basati sulle informazioni e programmi di miglioramento orientati al progetto. Volevano migliorare la qualità del prodotto e l'efficienza dei processi per far fronte alla concorrenza globale dei mercati. JMP divenne uno dei molti strumenti principali utilizzati per questo genere di iniziative ad ampio raggio.

JMP si interessò a tutte le tematiche di tipo statistico in ambito industriale: controllo qualità, affidabilità e disegno di esperimenti (o DOE). JMP iniziò a occuparsi di DOE sviluppando un semplice prodotto aggiuntivo per la creazione di disegni classici che poi crebbe fino a diventare un ambiente integrato e ricco di funzionalità per disegnare esperimenti in cui ogni risorsa disponibile è impiegata nel modo più efficiente possibile. Il disegno di esperimenti con JMP rimane una delle funzionalità più potenti del software. DOE, miglioramento della qualità e analisi dell'affidabilità sono solo alcuni dei moderni ambiti di applicazione di JMP.


JMP Live
JMP Live

Velocizzare l'analisi statistica

Nel corso degli anni, sono state progettate funzionalità capaci di velocizzare il ritmo con il quale gli utenti di JMP riescono a comprendere i dati, visualizzarli, eseguire le analisi adeguate e scoprire informazioni statistiche. Importare ed elaborare i dati è semplice. Interfaccia a trascinamento e rilascio, grafici collegati dinamicamente, librerie di funzionalità analitiche avanzate, linguaggio di scripting e modalità di condivisione dei risultati sono tutti elementi che permettono agli utenti di scoprire di più sui propri dati. Lo sviluppo di queste funzionalità è andato di pari passo con i progressi nell'elaborazione efficiente dei dati: supporto di thread multipli/CPU multiple, utilizzo della libreria grafica Open GL e supporto del 64 bit. Poiché JMP dispone da sempre di un'architettura in-memory, gli utenti possono interagire immediatamente con i dati senza dover inserire righe di codice e attendere l'elaborazione di risultati o grafici. A ogni nuova versione, gli sviluppatori di JMP si sono concentrati su metodi sempre più raffinati per rendere il software più rapido, efficiente e capace di gestire in modo semplice e rapido set di dati più grandi, ampliando costantemente i confini delle possibilità su desktop, laptop e ora anche sul web, grazie a JMP® Live.


Life Distribution graph
Piattaforma di distribuzione di vita residua di JMP

Il futuro

JMP mantiene il suo impegno nel fornire un grafico per ogni statistica, e viceversa. Gli sviluppatori di JMP, compreso John Sall, continuano a implementare metodologie statistiche moderne e all'avanguardia ad ogni nuova versione di JMP. Ognuna prevede inoltre che tra le funzionalità del software vengano inserite tecniche di analisi specializzate provenienti da svariati settori e mira a migliorare le modalità di visualizzazione dei dati e a una sempre più rapida creazione di grafici informativi.

Back to Top