Esperienze dei clienti

Innovare come se il benessere del cliente dipendesse da questo

Coloplast ripone grande affidamento sull'analisi nello sviluppo di soluzioni per stomia, urologia, continenza e trattamento delle lesioni. E i suoi clienti non accetterebbero nulla di meno.

Coloplast

Coloplast

La sfidaProgettazione, test e manifattura di prodotti nuovi e innovativi per i pazienti con esigenze sanitarie e di qualità della vita altamente specifiche.
SoluzioneApplicazione di tecniche di disegno di esperimenti (DOE) basate su JMP® per ridurre i costi, accelerare i processi e garantire la massima qualità possibile del prodotto. Aumento dell'efficienza mettendo gli operatori in condizione di valutare ed elaborare direttamente i dati con l'ausilio di JMP.
I risultatiDai tecnici agli operatori degli impianti, i team di R&S oggi acquisiscono e analizzano i dati in modo più efficiente ed efficace che mai, consentendo a Coloplast di portare le sue ultime innovazioni medicali sul mercato e nelle mani dei pazienti che ne hanno bisogno.

Quando lavori per un'azienda come Coloplast, è facile comprendere la missione dell'organizzazione e riconoscere l'importanza dell'analisi per soddisfare quel mandato.

Concentrandosi su stomia, urologia, continenza e trattamento delle lesioni, Coloplast sviluppa prodotti e servizi che migliorano la vita delle persone con esigenze di assistenza sanitaria particolarmente delicate. I suoi clienti dipendono dall'azienda affinché comprenda le loro specifiche esigenze e fornisca soluzioni che li aiutino a vivere meglio.

Con sede a Humlebæk, in Danimarca, la forza lavoro di circa 11.000 dipendenti di Coloplast serve clienti in 32 paesi, generando un fatturato annuo di circa $ 2,6 miliardi. Ma i ricavi non sono l'unica priorità dei dipendenti di Coloplast. Altrettanto importante è essere il più vicini possibile ai pazienti, per comprenderne i bisogni e creare prodotti innovativi che migliorino la loro vita. Non stupisce che la società sia stata inserita nella classifica di Forbes delle 100 aziende più innovative del mondo per diversi anni consecutivi.

Per ottenere questo tipo di innovazione in modo costante ed economicamente efficiente, Coloplast deve investire nell'acquisizione e nell'analisi di dati complessi.

Coloplast assembly line

Concentrandosi su stomia, urologia, continenza e trattamento delle lesioni, Coloplast sviluppa prodotti e servizi che migliorano la vita delle persone con esigenze di assistenza sanitaria particolarmente delicate.

Trasformare le sfide di ricerca e sviluppo grazie ai dati, e a JMP®

Coloplast è impegnata nel soddisfare le esigenze dei clienti sin dai suoi esordi, 60 anni fa, quando la fondatrice Elise Sørensen ideò la prima sacca per stomia adesiva al mondo, per aiutare la sorella malata. Negli anni che seguirono, gli esperti tecnici di Coloplast si affidarono alle loro conoscenze ed esperienze individuali per progettare, testare e produrre nuove soluzioni. "Non tutti i nostri operatori comprendevano l'importanza della raccolta dei dati", afferma Lise Isachsen, Senior Process Specialist di Coloplast. "Di conseguenza, non riuscivano ad acquisire risultati dei test completi. E la carenza di dati significava non riuscire sempre a disporre di un'immagine chiara".

La Isachsen si concentra su ricerca e sviluppo nel reparto pilota della sua azienda. Il suo gruppo verifica i processi per individuare i problemi e ridurre la variabilità, soprattutto nelle fasi iniziali, prima che venga avviata la produzione in grandi volumi. In passato, tali test di processo potevano essere lunghi e costosi. "Se sviluppavamo un nuovo prodotto utilizzando un nuovo materiale, dovevamo testare un fattore per volta", dichiara la Isachsen. "Modificavamo la temperatura di cinque gradi per poi testarla, poi l'aumentavamo di altri cinque gradi e così via".

Il volto di queste sfide è cambiato quando l'azienda ha investito in JMP e ha iniziato a utilizzare una metodologia di disegno di esperimenti (DOE) per perfezionare la sperimentazione. "Con JMP e DOE, oggi tutti riconoscono il valore dei dati e il modo in cui riescono a migliorare i processi e la qualità dei prodotti", afferma la Isachsen. "E ora che usiamo JMP, possiamo testare un maggior numero di interazioni. Quindi possiamo tornare dai nostri tecnici e mostrare loro i dati".

Lise Isachsen

"Quando usiamo JMP... calcoliamo il caso di business. E quelle analisi si sono dimostrate un buon investimento. Anche la dirigenza riconosce il valore di tutto questo, altrimenti non ci consentirebbe di investire tempo e risorse nelle analisi".

- Lise Isachsen, Senior Process Specialist

Da un momento di rivelazione a Six Sigma: migliorare processi e risultati

La Isachsen ricorda il suo primo incontro con JMP come una rivelazione. "La prima volta che ho visto il Profiler JMP mi sono letteralmente emozionata, talmente è intuitivo", dice. "Puoi letteralmente vedere una risposta a tutte le tue domande". Oggi la Isachsen utilizza JMP principalmente per il DOE, con progettazione e screening personalizzati. Oltre al Profiler, si affida anche al Costruttore di grafici di JMP.

Coloplast sfrutta JMP per testare la qualità del design, ad esempio le saldature in una sacca per stomia: sono abbastanza robuste; perderanno; utilizzano troppo materiale di saldatura? In casi come questo, il team può testare 16 singoli design e valutarne le differenze. Inoltre, l'azienda utilizza JMP anche per l'analisi giornaliera della produzione in corso, alla ricerca di valori anomali. Esegue più di 50 test DOE per identificare processi e impostazioni ottimali, "ottenendo come risultato la convalida perfetta", afferma la Isachsen. Lei e i suoi colleghi si affidano a JMP anche nella fase di riconvalida, e a questo scopo hanno sviluppato uno script apposito.

Allo stesso modo, JMP è parte integrante dell'adozione da parte di Coloplast delle tecniche Six Sigma per il miglioramento dei processi. "I Big Data sono essenziali per poter dimostrare a livello clinico che i nostri prodotti funzionano come previsto", osserva la Isachsen, cintura nera di Six Sigma. "Six Sigma è qui per rimanere, e sta acquisendo sempre più importanza all'interno della nostra organizzazione".

Prediction Profiler

"La prima volta che ho visto il Profiler JMP mi sono letteralmente emozionata, talmente è intuitivo", afferma la Isachsen. "Puoi letteralmente vedere una risposta a tutte le tue domande".

Usare JMP® per evitare le emergenze, e per fornire prodotti di alta qualità

Recentemente, JMP ha rappresentato un elemento chiave per il successo di un nuovo prodotto Coloplast, come parte della tecnologia Body Fit della società. Questo approccio innovativo consente ai clienti di identificare la soluzione stomica ottimale per il loro tipo corporeo. Questo risulta particolarmente utile per i clienti che potrebbero guadagnare o perdere peso o sviluppare un'ernia, e richiedono quindi una soluzione maggiormente personalizzata.

La Isachsen ha partecipato da vicino allo sviluppo del prodotto, che ha richiesto più DOE su vari processi. Poiché il volume era troppo elevato per essere gestito da una sola persona, ha riunito una squadra di operatori qualificati. Con JMP, ha potuto formarli in relazione alle statistiche di base e al DOE per un periodo di nove mesi. "Quando disponi di JMP, l'elemento più importante non è la conoscenza statistica, ma la conoscenza del processo specifico che ti consente di analizzare ciò che viene visualizzato nel tuo profilo e nella tua analisi".

Nel complesso, il team ha eseguito più di 50 DOE. "Tutto il nostro processo di convalida si è svolto senza intoppi", riferisce la Isachsen. "I risultati sono stati estremamente positivi. Abbiamo generato report sui fattori che abbiamo selezionato e scartato in modo che, quando il processo è stato trasferito in altre sedi, i colleghi potessero vedere quali decisioni avevamo preso e perché. Ora, ogni volta che visitiamo gli operatori presso i macchinari, sanno già quello che faremo.

"In definitiva, questo lavoro di squadra ha generato prodotti di alta qualità". In effetti, questo risultato positivo ha ampliato la comprensione del valore del DOE da parte della leadership esecutiva. Anche il supporto della dirigenza per l'uso di JMP è cresciuto, e per una buona ragione, dice la Isachsen. La visualizzazione dei dati in JMP ha consentito ai professionisti all'interno di Coloplast di comunicare chiaramente i loro risultati alle alte sfere dell'azienda. E JMP sta dimostrando chiaramente il proprio ROI.

"Quando usiamo JMP per l'analisi delle cause principali, calcoliamo il caso di business. E quelle analisi si sono dimostrate un buon investimento", dichiara la Isachsen. "Anche la dirigenza riconosce il valore di tutto questo, altrimenti non ci consentirebbe di investire tempo e risorse nelle analisi".

Ma uno dei principali vantaggi di JMP è la capacità di evitare la "modalità di emergenza", come la definisce. "Nel settore manifatturiero, tipicamente iniziamo da un macchinario e ci assicuriamo che funzioni perfettamente", spiega. "Se possiamo garantire che la prima macchina funzioni in modo ottimale e che i relativi processi vadano nella giusta direzione, riusciremo a ridurre i costi per le 10 macchine successive. E i risparmi sui costi che ne derivano sono enormi".

Per quanto importanti siano i risparmi sui costi, secondo la Isachsen rimangono secondari rispetto al fatto di soddisfare le esigenze della particolarissima base di clienti di Coloplast. "Quando sviluppiamo nuovi prodotti, la nostra priorità non è cercare di risparmiare tempo o denaro, ma creare un prodotto di qualità per i pazienti", afferma. "Semplicemente, eseguendo i nostri DOE e investendo tempo e denaro nelle prime fasi del processo, risparmiamo tempo e denaro in termini di problemi evitati nelle fasi successive.

"Il risultato è che la qualità del prodotto risulta ottimizzata fin dall'inizio. Siamo in grado di identificare immediatamente eventuali problemi e sappiamo quando il nostro obiettivo viene raggiunto. È favoloso". E i clienti che beneficiano dell'impegno di Coloplast verso l'innovazione di prodotto saranno certamente d'accordo.

I risultati illustrati in questo articolo si riferiscono specificatamente a situazioni, modelli di business, input di dati e ambienti di elaborazione particolari descritti nel presente documento. L’esperienza di ogni cliente SAS è unica, basata su variabili tecniche e aziendali e, pertanto, tutte le affermazioni devono essere considerate non tipiche. I livelli di risparmio, i risultati e le caratteristiche prestazionali varieranno in base alle configurazioni e alle condizioni specifiche del cliente. SAS non garantisce il raggiungimento di simili risultati da parte di tutti i clienti. Le sole garanzie per i prodotti e servizi SAS sono quelle esposte nelle dichiarazioni di garanzia espresse presenti nel contratto scritto per tali prodotti e servizi. Niente di quanto qui affermato può costituire garanzia aggiuntiva. I clienti hanno condiviso le loro storie di successo con SAS come parte di uno scambio contrattuale convenuto o in qualità di riepilogo del successo del progetto in seguito a una positiva implementazione del software SAS.

Back to Top