Come il disegno di esperimenti può trasformare il nostro modo di innovare

ott

8

10:30 – 12:00 CEST | 9:30 – 11:00 BST

È possibile usare esperimenti strutturati per risolvere problemi irrisolvibili e creare prodotti innovativi?

Provare cose nuove è il fondamento dell'innovazione. Se lavori per un'organizzazione che crea prodotti o processi nuovi, o in un settore caratterizzato da velocità, precisione e da una concorrenza agguerrita, potresti aver già sentito parlare del disegno di esperimenti (DOE). Il DOE consente di manipolare attivamente dei fattori secondo un programma predefinito, in modo da ottenere una più utile comprensione della relazione tra input e output. In questo modo, permette di fare un migliore uso dei dati esistenti, trovare soluzione a problemi che prima non si riusciva a risolvere, prendere decisioni migliori e innovare. Seguendo questa metodologia, si arriva anche a porsi nuove domande da approfondire.

George Box un giorno ha detto: “Scoprire ciò che non ci si aspetta è più importante che confermare ciò che si sa”. Le scoperte e l'efficienza ottenute tramite il DOE possono garantire un importante vantaggio competitivo.

Unisciti a noi per la presentazione e la tavola rotonda in cui illustreremo il significato del termine DOE, trasformandolo da qualcosa di misterioso a qualcosa di imprescindibile. I nostri relatori sostengono fermamente che ogni ingegnere e ogni scienziato dovrebbero adottare il DOE come strumento essenziale per ottenere in maniera efficace ed efficiente approfondimenti importanti. Partecipa per scoprire come il DOE può consentirti di accelerare l'innovazione, ottenere cicli più rapidi e prevedibili e risparmiare tempo. Inoltre, potrai ascoltare casi di studio reali di organizzazioni importanti che hanno molto da condividere sui successi e le problematiche affrontate nell'implementare un approccio strutturato alla sperimentazione.

Presentazione in programma

Peter Goos

Peter Goos

Professore presso la facoltà di Bioingegneria dell'università di Lovanio e presso la facoltà di Economia applicata dell'università di Anversa

Peter Goos è un esperto di analisi statistica e di disegno degli esperimenti. Oltre a vari articoli importanti in diverse riviste scientifiche, ha pubblicato i libri The Optimal Design of Blocked and Split-Plot Experiments e Optimal Experimental Design: A Case-Study Approach. Per il suo lavoro, Peter Goos ha ricevuto due Shewell Award e due Lloyd S. Nelson Award dall'American Society for Quality, il Ziegel Award e lo Statistics in Chemistry Award dall'American Statistical Association e il Young Statistician Award della European Network for Business and Industrial Statistics.

Tavola rotonda

Come puoi aiutare la tua organizzazione a mantenersi agile e a capire se una certa idea può funzionare o meno? La realtà è che molti dei nostri processi sono troppo complessi per potersi basare soltanto sulla teoria. Quando esistono più fattori, condizione rilevabile in pressoché tutte le situazioni del mondo reale, un disegno che modifichi soltanto un fattore alla volta è inefficace. Per scoprire correttamente in che modo i fattori influiscono congiuntamente sulla risposta, è necessario utilizzare il DOE. Scopri qualche esempio tratto dalla vita reale in questa discussione:

  • Peter Goos, professore di statistica, Università di Lovanio e Università di Anversa
  • Markus Schafheutle, consulente indipendente ed esperto di miglioramento dei processi

Cosa ti aspetta?

Quando si tratta di risolvere problemi a livello di ricerca e sviluppo e produzione industriale, bisogna affidarsi alle sperimentazioni strutturate per ottenere una migliore conoscenza dei nostri sistemi, processi e prodotti. Una volta che i processi sono ben definiti e prevedibili, infatti, un'organizzazione è in grado di rispettare più facilmente i tempi di commercializzazione. Senza questa consapevolezza, in un mondo in costante evoluzione come il nostro, si rischia di perdere vantaggio competitivo, profitti e buoni affari.

Al termine, saprai:

 
  • Perché (e quando) le aziende di successo usano il DOE. 
  • Perché il DOE è più efficace delle sperimentazioni OFAT (un fattore alla volta). 
  • Come individuare i fattori che influiscono maggiormente sulla risposta desiderata. 
  • Il ruolo fondamentale del DOE per portare avanti un'attività con un inventario minimo. 
  • Come costruire disegni intelligenti in modo più rapido ed efficiente in modo da risparmiare tempo e lavoro e sfruttare al meglio le risorse.
  • Come usare il DOE per avere più tempo da dedicare alla scienza che piace a te. 
  • Perché le organizzazioni che sfruttano il DOE sono così poche e come superare queste barriere. 
  • Consigli per avviare e guidare iniziative in nome dell'innovazione nella tua organizzazione.

I relatori

Back to Top