JMP gradation

Novità di JMP® 14 e JMP® Pro 14

Scienziati, ingegneri e altri esperti di analisi dei dati hanno bisogno di una soluzione altamente grafica e semplice da usare per scoprire ciò che si nasconde nei dati. L’ultima versione di JMP offre modalità nuove e migliorate proprio per fare questo. JMP 14 include nuove opzioni per accedere a fonti complesse e nuovi strumenti per ottimizzare il processo di pulizia dei dati. Gli scienziati e gli ingegneri che hanno scelto JMP Pro 14 per le loro esigenze di analisi dei dati possono contare su strumenti di modellizzazione e ottenere così elaborazioni più sofisticate, indipendentemente dal formato e dalla provenienza dei dati. Scoprite le nuove funzionalità introdotte in JMP 14 e JMP Pro 14: molte di queste sono state richieste dagli utenti stessi.

Scopri come ottenere JMP 14

New in JMP 14 and JMP Pro 14

Progetti

Il nuovo sistema dei Progetti di JMP consente di organizzare i file, sfruttando un’interfaccia a schede simile a un browser che facilita la gestione dell’area di lavoro quando si hanno più tabelle, script e report aperti contemporaneamente.

L’interfaccia unica consente di accedere ai documenti da una sola posizione, di contrassegnare i file importanti e di passare facilmente a qualsiasi finestra, tabella di dati o script aperto a partire da un elenco di riepilogo. Se si eseguono ripetutamente query di dati, analisi e report, l’impostazione di un progetto specifico consente di raccogliere rapidamente una serie di attività del flusso di lavoro, semplificando così le operazioni di condivisione, salvataggio e collaborazione. Nei Progetti è possibile:

  • Scegliere i file da includere nel progetto.
  • Avviare i documenti di supporto (.ppt, .doc e .pdf) direttamente da JMP.
  • Condividere e archiviare le analisi.

Importazione di più file

Per la maggior parte degli utenti, ogni analisi inizia con l'importazione di decine, centinaia o addirittura migliaia di file. Prima di JMP 14, questi utenti dovevano scrivere script JSL per eseguire tali importazioni. La piattaforma di importazione multipla dei file di JMP 14 offre agli utenti un approccio di tipo point-and-click con la possibilità di combinare in modo rapido e preciso centinaia o addirittura migliaia di file in uno solo. 

È infatti possibile importare con pochi clic più file in una singola tabella di dati o una raccolta di tabelle di dati (ad esempio molti documenti a testo libero che devono essere concatenati per essere utilizzati nell’Explorer di testo). È possibile specificare opzioni di importazione, filtrare i file in base a vari criteri (ad esempio, dimensioni, data, nome e tipo) e importare i dati in un’unica colonna (da utilizzare nell’Explorer di testo) oppure in una tabella a più colonne. Sfruttate la piattaforma di Importazione di più file in modo interattivo oppure generate uno script per automatizzare le importazioni future.

Costruttore di grafici migliorato

Il Costruttore di grafici è lo strumento per la creazione di grafici di JMP che consente di interpretare i dati e condividere le scoperte. In JMP 14, il Costruttore di grafici offre nuove funzionalità che migliorano il processo di esplorazione dei dati e consentono di preparare più rapidamente i risultati per la pubblicazione. Tra queste nuove funzionalità vi è un nuovo tipo di barra che unisce elementi delle mappe ad albero e dei grafici di Pareto e molte nuove opzioni che consentono di controllare con maggiore precisione la personalizzazione dei grafici. Il Costruttore dei grafici di JMP 14 è stato migliorato in molti altri aspetti, tra cui:

  • Barre degli errori personalizzate più facili da incorporare.
  • Inserimento delle dimensioni degli indicatori dalla legenda.
  • Opzioni per modificare la visualizzazione dei punti in un grafico (dodging e jittering).
  • Maggior controllo sui profili isometrici, compreso smoothing e ritaglio delle forme.
  • Intervalli di confidenza di bootstrap per elemento Smoother.
  • Supporto di ulteriori analisi statistiche di base direttamente nel Costruttore di grafici. 

Richiesta HTTP

Grazie all'accesso diretto al database e a un driver ODBC, è facile interrogare, unire e filtrare i dati utilizzando il Costruttore di query. Ma cosa succede quando si vuole eseguire un’analisi sfruttando una delle molte fonti di dati disponibili tramite le API web?

JMP 14 introduce la funzione Richiesta HTTP in JSL, che consente di scrivere script personalizzati per comunicare con i servizi web esterni (ad esempio, Salesforce, Google Analytics o Twitter) tramite API REST. Con l’opzione Richiesta HTTP e le nuove funzioni di analisi JSON, è possibile automatizzare il processo di recupero dei dati dal web e il loro inserimento nelle tabelle JMP.

Tabelle di dati migliorate

Tutti gli utenti JMP utilizzano tabelle di dati. In JMP 14 queste sono ancora più avanzate e facili da usare. Ora le tabelle possono utilizzare i valori di qualsiasi colonna, anche una colonna di immagini, come indicatori. Possono anche memorizzare collegamenti ipertestuali a pagine web, file e script JSL ed eseguire varie trasformazioni con un semplice clic. È anche possibile eseguire con pochi clic unioni virtuali avanzate e grazie a una nuova utility per colonne convertire facilmente i valori da etichette a codici e viceversa. Tra le altre nuove funzionalità che migliorano l’uso delle tabelle vi sono le seguenti:

  • Funzioni di copia e incolla migliorate che permettono di incollare il testo libero in un’unica cella di una tabella di dati.
  • Raggruppamento e nidificazione degli script di una tabella per organizzarli in modo più efficiente.
  • Ordinamento automatico delle categorie più efficiente per i suffissi numerici (ad es. Lotto 1, Lotto 2… Lotto 10, Lotto 11).
  • Nuova opzione Inverti selezione colonne.
  • Possibilità di selezionare facilmente le righe duplicate dal menu Righe.
  • Indice di scripting aggiornato con funzionalità di ricerca migliorate e modalità compatta con buone prestazioni nei progetti.

Ristrutturazione dei dati

Garantire la coerenza e l'accuratezza dei dati categorici è da sempre uno degli aspetti più lunghi e noiosi della pulizia dei dati. Ricodifica è uno strumento che molti scienziati e ingegneri utilizzano quotidianamente per accelerare il processo di pulizia dei dati. In JMP 14, scoprirete che Ricodifica offre strumenti aggiuntivi e routine automatizzate per preparare i dati all'analisi più rapidamente che mai.

Per le opzioni migliorate di filtraggio e analisi del testo, il supporto di dati di risposta multipli ed etichette dei valori e l’integrazione con il depot delle formule in JMP Pro, questo sarà l’unico strumento a cui vorrete affidare la pulizia dei vostri dati. Di seguito alcuni dei miglioramenti apportati all’opzione di ricodifica in JMP 14:

  • Supporto delle espressioni regolari (RegEx).
  • Importazione da una colonna di risultati di ricodifica.
  • Possibilità di creare, utilizzare e convertire le etichette dei valori direttamente da Ricodifica.
  • Opzione per la pubblicazione della ricodifica delle formule in Depot delle formule: consente di eseguire la pulizia dei dati in linea in un ambiente di produzione senza dover importare prima i dati in JMP.
  • Supporto delle colonne con risposte multiple.
  • Raggruppamento in nuove categorie.

Interfaccia per Python

JMP 14 introduce Python nella suite di interfacce di programmazione di JMP, ampliando l’attuale capacità di JMP di connettersi a SAS, MATLAB e R. Con l’interfaccia per Python, gli utenti di JMP possono sfruttare le competenze interne e le librerie preesistenti per questo linguaggio di programmazione senza uscire da JMP. Gli utenti possono inoltre connettersi a un’installazione locale di Python, inviare dati da JMP a Python, eseguire codice Python a partire da uno script JSL e restituire i dati a JMP per attività di visualizzazione, analisi e ulteriore esplorazione.

Aggiunte al DOE

La piattaforma DOE in JMP è all’avanguardia e permette agli utenti di risolvere problemi complessi in un ampio spettro di condizioni reali. Tra i numerosi miglioramenti della piattaforma DOE in JMP 14 vi sono i seguenti:

  • Criterio A-ottimale aggiunto al Piano personalizzato. Questa funzione è utile quando nel disegno di un piano ottimale è necessario concentrarsi di più su determinati effetti rispetto ad altri.
  • Possibilità di creare piani con blocco incompleti bilanciati.
  • Miglioramenti al modo in cui vengono specificati gli elementi a priori nella progettazione di piani di test di durata accelerati.
  • In Confronta piani ora è possibile mettere a confronto fino a 10 piani attraverso un’interfaccia JSL e fino a 5 piani nell’interfaccia utente.
  • I miglioramenti apportati all’algoritmo e alle opzioni di stima dei piani di screening definitivi permettono alla piattaforma di individuare termini debolmente quadratici e relative interazioni con un’eredità debole.
  • Aggiunta di una heatmap di incidenza appaiata ai piani MaxDiff.
  • Miglior riempimento dello spazio sui livelli di un fattore categorico.

Naive Bayes (JMP Pro)

In JMP Pro 14 la funzionalità Naive Bayes introdotta con JMP Pro 13 è ulteriormente migliorata. Questo approccio classico consente di classificare le risposte categoriche e si addice bene alla gestione di grandi set di dati. Sfrutta una semplice stima della probabilità di controllo delle distribuzioni condizionali di X per un dato valore Y e inverte la probabilità condizionale secondo la regola di Bayes. In JMP Pro 14, Naive Bayes è una piattaforma completa che offre le funzionalità disponibili in altre piattaforme di modellizzazione predittiva, come profiler e diagrammi diagnostici.

K vicini più prossimi (JMP Pro)

Come per la piattaforma Naive Bayes, JMP Pro 14 migliora ulteriormente anche la sua funzionalità di previsione dei K vicini più prossimi (K-NN). In JMP Pro 14, la previsione del K vicino più prossimo (K-NN) ora offre una piattaforma completa con funzionalità disponibili in altre piattaforme di modellizzazione predittiva, vari profiler, uno strumento di selezione dei modelli che consente di modificare in modo interattivo il K e diagrammi diagnostici per costruire modelli ancora più affidabili.

Explorer del testo aggiornato

L’Explorer del testo è stata un’interessante novità introdotta con JMP 13 che consente agli utente di esplorare i dati di testo non strutturati in un ambiente interattivo. Ora, l’Explorer del testo è stato ulteriormente migliorato e permette di eseguire analisi testuali ancora più approfondite. Tra gli aggiornamenti disponibili in JMP 14 vi sono i seguenti:

  • Supporto della lingua cinese e giapponese.
  • Opzioni di filtraggio più efficienti per l’output tabulare, come termini, frasi ed elenchi di report.
  • Nuvole di parole chiave.
  • Supporto dell’analisi discriminante (JMP Pro).
  • Supporto di una colonna di convalida dall'avvio della piattaforma da utilizzare nel flusso di modellizzazione predittiva (JMP Pro).

Tecnica della qualità migliorata

I tecnici della qualità troveranno in JMP 14 molti nuovi strumenti interessanti per la diagnostica e la produttività. Per aspetto e interpretazione, i grafici CUSUM di JMP ora sono simili alle tradizionali carte di controllo, mentre la piattaforma di screening dei processi aggiunge l’individuazione delle deviazioni, i diagrammi dei pali e la possibilità di generare carte di controllo a tre vie direttamente all’avvio della piattaforma. La piattaforma Capability del processo aggiunge nuove distribuzioni e misure di variabilità, mentre una nuova piattaforma per la gestione dei limiti di specifica consente agli utenti di importare, esportare e modificare facilmente i limiti di specifica.

Analisi fattoriale multipla

L’Analisi fattoriale multipla è una tecnica di analisi sensoriale che ha lo scopo di individuare raggruppamenti di prodotti simili e rilevare eventuali risposte anomale, ovvero i panelist che si differenziano così tanto dal resto del gruppo che i loro valori distorcono i risultati dell’analisi. L’Analisi fattoriale multipla permette ai ricercatori di eseguire un’analisi di tipo PCA (analisi delle componenti principali) con panelist non addestrati. Spesso è utilizzata negli studi pre-valutativi, in cui vengono testati molti prodotti diversi, nonché per gli studi successivi sui panel di consumatori in cui molti consumatori valutano i prodotti, nella maggior parte dei casi senza avere alcuna formazione sulle misurazioni sensoriali standard.

Explorer funzionale dei dati (JMP Pro)

Scienziati e ingegneri si trovano a dover gestire un numero sempre maggiore di dati trasmessi da sensori basati su dispositivi o monitor di processi in batch. Centinaia o migliaia di flussi di questo tipo generano molto rapidamente un grande volume di dati, che pone tutta una serie di sfide specifiche.

Indipendentemente dal settore di attività, questo tipo di dati presenta difficoltà comuni: semplificazione e pulizia di dati disordinati, rimozione di anomalie e costruzione di modelli che caratterizzano una funzione sottostante o mettono in relazione un flusso di dati continuo a misure prestazionali, come resa, tasso di difetti o qualità del prodotto.

L’Explorer funzionale dei dati in JMP Pro 14 consente di sfruttare questi dati funzionali, eseguendo facilmente operazioni di pulizia dei dati, trasformazione, visualizzazione ed estrazione delle caratteristiche. In definitiva, questo strumento consente di costruire più facilmente modelli adatti a disegnare esperimenti, caratterizzare i processi o effettuare previsioni.

Regressione generalizzata migliorata (JMP Pro)

Regressione generalizzata è la piattaforma di modellizzazione lineare per eccellenza di JMP Pro. Con Regressione generalizzata è possibile costruire modelli per molti tipi di dati, ad esempio dati DOE, osservazionali, con risposte categoriche, disordinati, testuali, altamente correlati e altro. Con questo strumento potete stimare modelli, selezionare variabili, gestire la multicollinearità e analizzare report diagnostici, tutto da un’unica posizione. JMP Pro 14 apporta alcuni miglioramenti significativi alla funzionalità Regressione generalizzata, tra cui:

  • Supporto di dati di risposta censurati, che ora include le distribuzioni Gamma ed esponenziali.
  • Supporto di risposte multinomiali (risposte nominali con più di tre livelli).
  • Tecniche di selezione aggiuntive: regressione dei migliori sottoinsiemi, eliminazione all’indietro, selezione ridotta in avanti e selezione Dantzig (che è diventata molto popolare nella comunità DOE e che è utile per l’analisi dei problemi n<<p, come i disegni sovrassaturi).
  • Le nuove funzionalità di reportistica comprendono un pulsante per il ripristino di una soluzione, Q-Q plot, test F, VIF, R-quadro corretto e RMSE.
  • La piattaforma è stata adattata per offrire prestazioni migliori ed eseguire più rapidamente problemi di grandi dimensioni e/o complessi con molti effetti.
  • Regressione generalizzata ora supporta i testi personalizzati e la crossvalidation per la selezione in avanti a due fasi.

Panoramica sulle nuove funzionalità di JMP® 14 e JMP® Pro 14


Importazione dati, tabelle di dati, pulizia, visualizzazione dei dati, generale
  • Il nuovo sistema dei Progetti consente di organizzare i file e di sfruttare l’interfaccia a schede di JMP per gestire più finestre aperte durante l’analisi. I Progetti consentono di accedere ai documenti in JMP tramite un’unica interfaccia: è infatti possibile selezionare i file specifici da includere, organizzare un’area di lavoro riconfigurabile, condividere le analisi, nonché archiviare e avviare i documenti (tipi di file supportati: PPT, DOC e PDF) direttamente da JMP. 
  • La nuova piattaforma di Importa più file avvia una finestra di dialogo con cui è possibile caricare più file in un’unica tabella di dati JMP. È possibile filtrare i file in base a dimensione, data, nome e tipo ed è supportata l’importazione in un’unica colonna, utile per la preparazione di documenti per l’Explorer del testo. All’interno della piattaforma è consentito modificare le opzioni di importazione testo.
  • I miglioramenti apportati alla funzione Unione virtuale consentono di accedere con un’unica tabella ai dati di un’altra tabella tramite pochi clic. 
  • Tra i miglioramenti apportati al Costruttore di grafici vi sono i seguenti:
    • Il nuovo tipo di grafico, grafico a barre riempite, mostra i dati distorti su centinaia di categorie.
    • Maggior controllo sulla personalizzazione dei grafici.
    • Barre degli errori personalizzate più facili da incorporare.
    • Inserimento delle dimensioni degli indicatori dalla legenda.
    • Supporto di ulteriori analisi statistiche di base direttamente nel Costruttore di grafici.
    • Maggior controllo sui profili isometrici, compreso smoothing e ritaglio delle forme.
    • Intervalli di confidenza di bootstrap per elemento Smoother.
    • Opzioni per modificare la visualizzazione dei punti in un grafico (dodging e jittering).
    • Coordinate parallele in box plot, grafici a punti, istogrammi e grafici violino.
  • Tra le nuove funzioni delle tabelle dati vi sono le seguenti:
    • Possibilità di utilizzare colonne di immagini come indicatori. 
    • Possibilità di incollare elementi nella cella.
    • Raggruppamento e nidificazione degli script di una tabella per organizzarli in modo più efficiente.
    • Possibilità di fare clic sui link tramite la proprietà della colonna Gestore eventi.
    • Opzione Inverti selezione colonne.
    • Nella Nuova colonna della formula ora sono disponibili nuove trasformazioni.
    • Utility per colonne Da etichette a codici e Da codici a etichette.
    • Nuova opzione per la selezione delle righe duplicate aggiunta al menu Righe.
  • I miglioramenti dell’interfaccia ottimizzano il flusso di lavoro:
    • Grazie alla possibilità di cercare e filtrare le preferenze è più semplice individuare una preferenza da modificare.
    • Indice di scripting aggiornato, con funzionalità di ricerca migliorate e modalità compatta con buone prestazioni nei progetti.
    • Possibilità di visualizzare in anteprima i risultati nell’Editor delle formule prima di fare clic su OK.
    • Ordinamento automatico delle categorie più efficiente per i suffissi numerici (ad es. Lotto 1, Lotto 2… Lotto 10, Lotto 11).
    • Raggruppamento di script in una tabella di dati.
    • Avviso di quarantena dei file che protegge da eventuale codice eseguibile sconosciuto presente nei file JMP scaricati.
    • Finestra di dialogo Impostazioni di visualizzazione OpenGL aggiornata per personalizzare con più facilità qualsiasi grafico 3D.
  • Miglioramenti della funzionalità Ricodifica:
    • Casella di ricerca per un maggior controllo sull’applicazione di filtri.
    • Analisi testuale migliorata.
    • Supporto delle espressioni regolari (RegEx).
    • Importazione da una colonna di risultati di ricodifica.
    • Possibilità di creare, utilizzare e convertire le etichette dei valori direttamente da Ricodifica.
    • Supporto delle colonne con risposte multiple.
    • Pubblicazione della ricodifica delle formule in Depot delle formule, che consente di eseguire la pulizia dei dati in linea in un ambiente di produzione senza dover importare prima i dati in JMP.
    • Raggruppamento in nuove categorie.
    • Possibilità di ricodificare le colonne numeriche continue.

Creazione di dashboard e condivisione
  • La possibilità di registrare e salvare GIF animate in JMP dove è presente un pulsante Play (ad esempio grafico a bolle, filtro sui dati locali, funzione Scambia colonne) permette di incorporare una visualizzazione JMP in movimento in una diapositiva PPT senza dover ricorrere a Flash.
  • Il Costruttore di dashboard ora offre zone di rilascio più facili da leggere, un modello di dashboard vuoto e la possibilità di archiviare modelli personalizzati.
  • Ora è possibile selezionare i dati nell’output di un report HTML5.
  • La funzionalità Pubblica consente di organizzare e condividere i passi di un progetto di analisi con una pagina indice e link ai report HTML interattivi. La funzionalità ora supporta gli script e quindi la creazione del report web può essere aggiunta alla fine dello script di un report standard.
  • Il supporto dei filtri nei report HTML interattivi aggiunge la possibilità di filtrare attraverso la selezione, ma ad esempio non ricalcola i modelli.

Disegno di esperimenti (DOE)
  • Criterio A-ottimale aggiunto al Piano personalizzato. Questa funzione è utile quando nel disegno di un piano ottimale è necessario concentrarsi di più su determinati effetti rispetto ad altri, dato che non c’è un modo naturale di farlo per il criterio D- o I-ottimale.
  • Possibilità di creare piani con blocco incompleti bilanciati.
  • Miglioramenti al modo in cui vengono specificati gli elementi a priori nella progettazione di piani di test di durata accelerati.
  • In Confronta piani ora è possibile mettere a confronto fino a 10 piani attraverso un’interfaccia JSL e fino a 5 piani nell’interfaccia utente.
  • I miglioramenti apportati all’algoritmo e alle opzioni di stima dei piani di screening definitivi permettono alla piattaforma di individuare termini debolmente quadratici e relative interazioni con un’eredità debole.
  • Nuova opzione per creare una tabella di dati a partire da una mappa dei colori sulle correlazioni.
  • Aggiunta di una heatmap di incidenza appaiata ai piani MaxDiff. Miglior riempimento dello spazio sui livelli di un fattore categorico.
  • Nuova opzione per creare una colonna di ordine delle esecuzioni nel Piano personalizzato.

Analisi statistica, modelli predittivi e data mining
  • La nuova piattaforma Explorer funzionale dei dati modifica la forma funzionale dei dati provenienti da sensori/segnali/flussi o processi in batch. Qui è possibile pulire, allineare e confermare i dati provenienti dai sensori, costruire modelli con varie tecniche e utilizzare modelli di output e funzionalità di altre piattaforme di modellizzazione predittiva. PRO
  • Tra i miglioramenti dell’Explorer del testo vi sono i seguenti:
    • Supporto di due lingue asiatiche (cinese e giapponese).
    • Opzioni di filtraggio più efficienti per l’output tabulare, come termini, frasi ed elenchi di report.
    • Nuvole di parole chiave.
    • Supporto dell’analisi discriminante. PRO
    • Supporto di una colonna di convalida dall'avvio della piattaforma da utilizzare nel flusso di modellizzazione predittiva. PRO
  • La Regressione generalizzata presenta nuove funzioni: PRO
    • Distribuzioni aggiuntive, compresa una censura più ampia (maggior supporto delle distribuzioni Gamma ed esponenziali). 
    • Supporto di risposte multinomiali (risposte nominali con più di tre livelli). 
    • Tecniche di selezione aggiuntive, tra cui regressione dei migliori sottoinsiemi, eliminazione all’indietro, selezione ridotta in avanti e selezione Dantzig (che è diventata molto popolare nella comunità DOE e che è utile per i problemi n<<p, come i disegni sovrassaturi).
    • Altre funzionalità, ad esempio un pulsante per il ripristino di una soluzione, VIF, R-quadro corretto, RMSE, Q-Q plot e test F. Infine, sono supportati i test personalizzati, è stato aggiunto il supporto della crossvalidation per la selezione in avanti a due fasi e la piattaforma è stata adattata per eseguire più rapidamente problemi di grandi dimensioni e/o complessi con molti effetti.
  • In Esplora valori mancanti, l'aggiunta di un nuovo approccio SVD/Matrice basato sul completamento incorpora la convalida nella fase di riduzione della dimensione e ottiene nuove osservazioni utilizzando la matrice V e una stima dei minimi quadrati dell'U per nuove righe di dati. Esplora valori mancanti supporta una colonna di validazione per l’imputazione. PRO
  • Nel simulatore del profiler è stata aggiunta la simulazione degli errori di risposta in base alla distribuzione a livello di Minimi quadrati standard e Regressione generalizzata.
  • Piattaforma di distribuzione: aggiunta della distribuzione SHASH.
  • Supporto esteso per il tipo di modellizzazione MR.
  • Correzione dell’algoritmo PCA attraverso un’implementazione sparsa che rende molto più veloce il calcolo dei componenti principali (anche su dati non sparsi). È stato aggiunto anche il supporto di variabili supplementari.
  • L’opzione Stima stepwise usa delle trasformazioni invece di colonne di formule per il salvataggio dei termini di parti degli effetti categorici.
  • I modelli K-NN e Naive Bayes ora sono dotati di profiler. I K-NN aggiungono la selezione dei modelli per modificare in modo interattivo il K ed esplorare stime di vari modelli. Nella piattaforma Naive Bayes è disponibile una diagnostica dei modelli migliorata. PRO
  • Miglioramento delle prestazioni del Depot delle formule, tra cui la possibilità di pubblicare colonne di ricodifica, supporto di più modelli e di colonne derivate. PRO

Tecnica della qualità, affidabilità e Six Sigma
  • Individuazione delle deviazioni, diagramma dei pali, grafici a tre vie e numerosi miglioramenti a livello di interfaccia utente nello screening dei processi.
  • Nuova piattaforma per la gestione dei limiti di specifica.
  • La piattaforma Carta di controllo CUSUM è stata aggiunta al menu Qualità e processo.
  • Aggiunta dell’inferenza bayesiana per la piattaforma Stima la vita rispetto a X.
  • Per la sopravvivenza parametrica, aggiunta di un test del modello nidificato ai confronti grafici per l’allineamento ai risultati ottenuti con Stima la vita rispetto a X.
  • La funzione JSL di stima dei dati con censura è stata migliorata per aumentare le prestazioni dell’opzione Distribuzione di vita residua su set di dati molto grandi con censura dell’intervallo.
  • Nuovo Grafico delle probabilità dei residui standardizzati in Danno cumulativo.
  • Nuovo confronto affiancato dei risultati con parametri fissi insieme a risultati non vincolati nel profiler di densità.
  • Interfaccia migliorata per l’indicatore di censura nella colonna delle cause di guasto relativo alla distribuzione di vita residua che ora funziona come la censura con elenco a discesa.
  • L’analisi della ricorrenza include un diagramma degli eventi di tipo calendario, un diagramma di interarrivo in funzione dell'età e un comando per salvare la simulazione per le stime dei modelli di processo di Poisson non omogenei all’interno della piattaforma. I modelli stepwise salvati come colonne di previsione ora richiedono un’unica colonna.
  • Simulazione di sistemi riparabili: i link di azioni/eventi relativi a più componenti possono essere disattivati tramite l’opzione Operazione diagramma, utile per ripulire un diagramma complesso. È possibile visualizzare i singoli link selezionando un blocco di azioni o di eventi per vedere la relazione corrispondente anche quando l’opzione relativa a più componenti è disattivata. PRO
  • Ora è possibile avviare le carte di controllo a tre vie direttamente dalla piattaforma di screening del processo.
  • Capability del processo: distribuzioni aggiuntive, misure di variabilità e nuovo diagramma di performance del processo.

Nuove interfacce di automazione, scripting e programmazione
  • Nuove modalità di accesso ai dati:
    • La nuova interfaccia di JMP per Python permette di connettersi all’installazione locale di Python, di inviare dati a Python, di eseguire il codice Python da uno script JSL e di restituire i dati e i risultati dei programmi Python.
    • La nuova funzione HTTPRequest() in JSL consente di accedere ai dati web tramite API.
      • Consente di comunicare con servizi web esterni tramite JSL.
      • La comunicazione avviene tramite API (Application Programming Interfaces).
      • Se utilizzata con le nuove funzioni JSL di analisi JSON, la richiesta HTTP permette di acquisire più facilmente i dati web in JMP tramite JSL.
  • Miglioramenti di interfaccia per l’indice di scripting, compresa la possibilità di visualizzare i risultati di ricerca in base alla rilevanza.
  • Possibilità di salvare gli script crittografati in tabelle di dati.

Ricerche sui consumatori e ricerche di mercato
  • La nuova piattaforma Analisi fattoriale multipla migliora l’analisi sensoriale, individua prodotti simili ed eventuali risposte anomale, semplifica gli studi pre-valutativi, i successivi panel di consumatori e in generale gli studi a cui partecipano panelist non addestrati.
  • I calcoli Bayes gerarchici in Scelta presentano valori di partenza migliori prima che inizi il campionamento MCMC in modo da ridurre lo shrinkage sui calcoli delle varianze e sui parametri di modello. PRO

Documentazione

Scaricate un PDF con le nuove funzionalità di JMP e JMP Pro oppure consultate la nostra documentazione online.

Back to Top