JMP gradation

Novità di JMP® 15 e JMP® Pro 15

Scienziati, ingegneri e altri esperti di analisi hanno bisogno che i dati a loro disposizione siano interattivi e accessibili, per esplorarli e condividere le loro scoperte con altri e per approfondire le ricerche dei colleghi. L'ultima versione del software di analisi dei dati JMP consente di comprendere i dati in modo più completo con meno clic e offre opzioni avanzate per condividere i risultati con altri. Gli utenti di JMP Pro 15 possono contare su un maggior numero di strumenti di modellizzazione per approfondire le analisi, indipendentemente dal formato e dalla provenienza dei dati.

Scoprite come ottenere JMP 15

Novità di JMP 15 e JMP Pro 15

Grafica esplicativa

Le nuove funzionalità per tabelle di dati e grafici, chiamate collettivamente Grafica esplicativa, permettono di ottenere una comprensione più approfondita con meno clic. Ora sopra ogni colonna vengono visualizzati i relativi istogrammi che presentano la stessa interattività degli istogrammi in JMP. Gli istogrammi sono disponibili anche nei filtri sui dati locali e consentono agli utenti di prendere decisioni più informate. Infine, graphlet, textlet e gridlet permettono di contestualizzare i dati, rimanendo concentrati sul flusso di analisi. I graphlet sono supportati nelle piattaforme Componenti principali, Screening del processo e Carte di controllo multivariate.

Procedure guidate di importazione

Per molti utenti, ogni analisi inizia con l'importazione di vari tipi di file. I dati si trovano in molti luoghi e JMP consente di dedicare più tempo ad analizzarli e meno tempo a importarli. In JMP 15, sono state aggiunte procedure guidate per elaborare dati in formato XML, JSON e PDF. Con pochi clic, è possibile specificare le opzioni di importazione e trasferire questi file in JMP.

La procedura guidata di importazione dei PDF identifica le tabelle con estensione .pdf razionalizzando il processo di importazione di questo tipo di contenuti in JMP. È possibile combinare tutte le tabelle in un'unica tabella, creare tabelle singolarmente o combinare determinate tabelle.

Gli importatori XML e JSON integrati sono in grado di gestire file nidificati e complessi.

Miglioramenti al Costruttore di grafici

La principale piattaforma per la creazione di grafici di JMP continua a migliorare. Tra i miglioramenti apportati al Costruttore di grafici in JMP 15 vi sono la possibilità di creare nuovi grafici, tra cui previsioni di serie storiche, maggiori opzioni di personalizzazione per i grafici esistenti e la possibilità di scendere ancora di più nel dettaglio attraverso i graphlet. Il Costruttore di grafici di JMP 15 è stato migliorato in molti altri aspetti, tra cui:

  • Retta della regressione: Salva formula di regressione. Creazione di due nuove regressioni: Robusta di Cauchy e Forecast serie storica.
  • Smoother: opzione per il salvataggio della formula Smoother, migliore gestione delle trasformazioni log e maggiore controllo sulle irregolarità, oltre a una migliore stima con lo smoother Bivariato.
  • Quattro nuove opzioni nel gruppo di preferenze relativo ai font: etichetta, legenda, titolo e didascalia del grafico.
  • Nuovi tipi di istogramma e di profiler isometrico.
  • Personalizzazioni aggiuntive per heatmap, mappe ad albero e box plot.
  • Funzionalità estese per l'elemento Linea, compresa la possibilità di creare grafici di area.
  • Negli assi, migliore comportamento predefinito vicino allo zero, migliore gestione degli assi logaritmici nelle heatmap. 
  • Grafico di variabilità e asse a una variabile aggiornati.
  • Nuovo riepilogo statistico per la percentuale del totale complessivo.

Pulizia dei dati

La pulizia dei dati rimane la parte più lunga e impegnativa in un flusso di lavoro analitico. JMP 15 snellisce questa operazione semplificando la ricodifica dei nomi delle colonne, l’implementazione di ordinamenti personalizzati e l’automazione del processo di ricodifica.

Sono state migliorate anche le unioni virtuali: ora è infatti possibile utilizzare una singola colonna sia come chiave che come riferimento e impostare nuovi suggerimenti al passaggio del mouse per determinare la tabella di origine di una colonna collegata. Inoltre, con le unioni virtuali in JMP 15, all’apertura di una delle tabelle collegate, anche le altre possono essere aperte automaticamente.

Miglioramenti DOE

La piattaforma DOE in JMP è all’avanguardia e permette agli utenti di risolvere problemi complessi in un ampio spettro di condizioni reali.In JMP 15 sono stati aggiunti numerosi miglioramenti alle funzioni DOE che consentono agli utenti di creare più rapidamente disegni migliori e di analizzarli più facilmente.

Il Piano gruppo ortogonale supersaturo (GO SSD) è una nuova piattaforma che consente di creare e analizzare disegni sovrassaturi. In un GO SSD, i fattori vengono suddivisi in gruppi: i fattori dello stesso gruppo sono correlati tra loro, ma non con quelli di un gruppo diverso. A differenza di quanto accade con altri disegni sovrassaturi, JMP può trattare il primo gruppo di fattori (contenenti colonne non bilanciate) come fattori non utilizzati.

Inoltre, in JMP Pro 15 ora è possibile utilizzare la funzionalità Piano personalizzato per progettare DOE della risposta funzionale, dove almeno una risposta di interesse non è un valore scalare, bensì una funzione.

Funzionalità Esplora pattern

Esplora pattern è un'utilità di screening che esamina l'integrità dei dati e permette di individuare pattern imprevisti al loro interno. La piattaforma cerca serie duplicate di valori, relazioni lineari tra colonne nei vari gruppi di righe, proprietà dei valori formattati e determinate proprietà distributive. In generale, Esplora pattern è molto utile quando i valori sono abbastanza precisi, ovvero quando è meno probabile che vi siano corrispondenze casuali.

Miglioramenti all’Explorer funzionale dei dati (JMP Pro)

Scienziati e ingegneri si trovano a dover gestire un numero sempre maggiore di dati trasmessi da sensori basati su dispositivi o monitor di processi in batch.Centinaia o migliaia di flussi di questo tipo generano molto rapidamente un grande volume di dati, che pone tutta una serie di sfide specifiche.Indipendentemente dal settore di attività, questo tipo di dati presenta difficoltà comuni: semplificazione e pulizia di dati disordinati, rimozione di anomalie e costruzione di modelli che caratterizzano una funzione sottostante o mettono in relazione un flusso di dati continuo a misure prestazionali, come resa, tasso di difetti o qualità del prodotto.

Con JMP Pro 14 è stato introdotto l’Explorer funzionale dei dati (FDE), una potente piattaforma per la gestione dei dati funzionali. I miglioramenti al flusso di lavoro introdotti in JMP Pro 15 consentono agli utenti di bypassare i passaggi intermedi di creazione, rimodellamento e unione di tabelle, in particolare per il disegno di esperimenti funzionali (DOE funzionale). La funzionalità Piano personalizzato di JMP Pro 15 permette di specificare una risposta funzionale, rendendo il flusso di lavoro successivo più pratico e meno soggetto a errori. Inoltre, con l’Explorer funzionale dei dati in JMP Pro 15 è possibile:

  • Costruire un modello migliore in meno tempo con la selezione automatica dei nodi.
  • Dedicare meno tempo alla gestione delle tabelle mediante l’uso di DOE funzionali.

Modellazione ad equazioni strutturali (JMP Pro)

La nuova piattaforma Modellazione ad equazioni strutturali di JMP 15 consente di specificare, modificare, eseguire e confrontare rapidamente i modelli SEM attraverso un'interfaccia intuitiva. La modellazione ad equazioni strutturali è un framework che permette di specificare relazioni ipotizzate tra variabili (sia osservate che non osservate) e di verificare il grado di plausibilità di queste ipotesi, in considerazione dei dati disponibili. Questo framework può essere utilizzato da chiunque adotti tecniche di modellazione standard, ma abbia bisogno di maggior controllo e flessibilità nel processo di definizione dei modelli.

La modellazione ad equazioni strutturali in JMP Pro 15 è versatile e consente di modellare relazioni di regressione semplice o multipla, oltre a confrontare un insieme di modelli ipotetici per decidere quale sia più ragionevole.

Miglioramenti a livello di modellazione (JMP Pro)

Con JMP 15 sarà più facile costruire e valutare i modelli. È possibile visualizzare contemporaneamente più profiler isometrici. In JMP Pro, l'utilità Crea colonna di validazione offre un maggior controllo e un'interfaccia migliorata, mentre la funzionalità Regressione generalizzata offre opzioni integrate per il confronto dei modelli, opzioni migliorate per il riavvio con un clic e la possibilità di modificare le distribuzioni senza doverle riavviare.

Carta di controllo multivariata guidata da un modello

Le carte di controllo univariate non sono in grado di considerare la correlazione o le relazioni funzionali tra più parametri. Quando esistono tali relazioni, le carte univariate standard non descrivono accuratamente lo stato di salute del processo. JMP 15 offre carte di controllo che supportano queste relazioni, permettendo una migliore comprensione delle prestazioni effettive del processo. La nuova piattaforma Carta di controllo multivariata guidata da un modello di JMP 15 offre diversi vantaggi:

  • Drill-down basati su graphlet che consentono di diagnosticare e monitorare i processi senza dover lanciare più piattaforme.
  • Maggiore efficienza, in quanto la piattaforma è basata su punteggi e non deve ricalcolare le covarianze a ogni esecuzione.
  • La riduzione delle dimensioni integrata migliora ulteriormente le prestazioni, consentendo di effettuare calcoli su uno spazio dimensionale inferiore.
  • Quando si basa sui minimi quadrati parziali (PLS), questa riduzione dimensionale è legata alla risposta, quindi gli eventuali outlier dipendono dagli elementi più importanti.
  • I modellatori possono eseguire l’analisi PLS e fornire i relativi punteggi agli ingegneri che si occupano del controllo dei processi, senza che questi debbano essere esperti in PLS.

Scripting e automazione

JMP 15 permette a chi è alle prime armi con gli script di automatizzare più facilmente il lavoro. Sarà sufficiente un clic per acquisire il codice JSL necessario per riprodurre flussi comuni. Inoltre, con la nuova opzione per gli script di tabella è possibile copiare e quindi acquisire solo lo script, senza i dati. Sono inclusi gli script di tabella e tutte le proprietà delle colonne (comprese le formule).

Laddove sia necessario acquisire solo il codice JSL di una colonna (o di alcune colonne), è possibile utilizzare le nuove funzioni Copia colonne e Incolla colonne di JMP 15. Questo è particolarmente utile quando le colonne hanno proprietà che richiedono molti dati JSL, ad esempio ordini di valore, etichette di valore, limiti di specifica, formati di data e ora e formule.

È inoltre possibile copiare le clausole Where: in questo modo si evita di scrivere complicate selezioni di righe condizionali e si può catturare facilmente il codice JSL necessario per effettuare la selezione.

JMP Live e condivisione dei dati

In JMP 15, i report HTML interattivi offrono un miglior supporto per i profiler di report interni. Rilasciata contemporaneamente a JMP 15, JMP Live è una piattaforma di analisi collaborativa basata sul web per JMP. Con JMP Live gli utenti possono condividere le loro scoperte sfruttando un’intuitiva procedura di pubblicazione che si integra perfettamente nel flusso di analisi JMP. È possibile pubblicare dati, dashboard o report su JMP Live e consentire ai colleghi di visualizzare i risultati, anche se non dispongono di una licenza JMP.

 

Panoramica sulle nuove funzionalità di JMP® 15 e JMP® Pro 15


Importazione dati, tabelle di dati, pulizia, visualizzazione dei dati, generale
  • I nuovi grafici di intestazione delle colonne mostrano gli istogrammi sopra ogni colonna.
  • La proceduta guidata di importazione consente di importare ed elaborare file in formato XML, JSON e PDF.
  • Miglioramenti al Costruttore di grafici:
    • Nuove opzioni di personalizzazione consentono di migliorare i grafici Heatmap e Box plot.
    • Profiler isometrico migliorato con opzioni aggiuntive per le linee tra i profili e supporto dell’involucro convesso (alfa).
    • Bagplot (o Box plot 2D) per l’aggiunta continua di dati XY al profilo isometrico.
    • Opzione Frequenza nelle funzioni di colonna.
    • La nuova opzione Intervallo > Banda consente di impostare una banda da valore basso a valore alto.
    • Forecast della serie storica disponibile nel grafico Retta della regressione.
    • Nuova opzione Robusta di Cauchy per la retta della regressione.
    • Possibilità di salvare le formule di previsione per la retta della regressione e di salvare la formula relativa a barra, punti e linea.
    • Grafico di variabilità e asse a una variabile aggiornati.
    • Aggiunta di proprietà al riepilogo statistico per le zone di rilascio Colore e Dimensione negli elementi che riepilogano il colore o la dimensione, in particolare Punti, Linea, Barra, Mappa ad albero, Heatmap, Box plot e Profiler isometrico.
    • Maggior controllo sulla base per le percentuali, con la possibilità di creare grafici a barre impilate al 100% senza preparazione dei dati. Ora è possibile distinguere la percentuale per X, Y o X+Y.
    • I nuovi grafici ridgeline utilizzano l'istogramma con una variabile categorica per Y.
    • Aggiunta di opzioni di impilamento e riempimento all'elemento Linea.
  • Miglioramenti a livello di ricodifica:
    • Una nuova utility ricodifica i nomi delle colonne.
    • Per ogni voce selezionata nella finestra di dialogo Ricodifica, vengono selezionate le celle corrispondenti nella tabella di dati.
    • Nuova opzione per sostituire l'intera stringa senza espressione regolare.
    • Possibilità di applicare la mappatura da un'altra tabella.
  • Una nuova proprietà della colonna Ordinamento valori consente di applicare criteri di ordinamento flessibili e personalizzabili.
  • La funzionalità Unione virtuale supporta collegamenti multipli da una singola colonna.
  • I filtri sui dati locali ora includono un istogramma nel controllo del filtro sulle colonne.
  • Nuove opzioni disponibili nei grafici per le etichette al passaggio del mouse:
    • I graphlet mostrano un grafico creato da una piattaforma JMP all'interno di un'etichetta JMP al passaggio del mouse.Questi grafici contestuali permettono di esaminare i dati nel dettaglio senza dover tornare alla tabella di dati o avviare una nuova piattaforma.
    • I textlet nelle etichette al passaggio del mouse offrono maggiori opzioni per l'aspetto del testo dell'etichetta.
    • I gridlet nelle etichette al passaggio del mouse offrono opzioni per la formattazione dei valori numerici.
  • Report Analisi di capability migliorato nella piattaforma di distribuzione (ora si chiama Capability del processo).
  • Il menu Guida ora permette di accedere direttamente alla documentazione su jmp.com per installazioni di software più piccole e aggiornamenti più frequenti della Guida.
  • Supporto della modalità Dark di macOS.

Condivisione dei dati
  • I report HTML5 includono il supporto aggiuntivo per i profiler e la connessione a JMP Live.
  • Ora è possibile pubblicare su JMP Live, l'ultimo membro della famiglia di prodotti JMP. Questo strumento estende al web le solide funzionalità di statistica e visualizzazione di JMP tramite un portale online sicuro che offre opzioni di filtraggio dei dati e scambio delle colonne per favorire la collaborazione interattiva.

Disegno di esperimenti (DOE)
  • Il Piano gruppo ortogonale supersaturo è una nuova piattaforma che consente di creare e analizzare disegni sovrassaturi (più fattori in esecuzione) con gruppi di effetti correlati. Se dopo l'analisi iniziale i risultati non fossero ancora abbastanza chiari, i fattori coinvolti verranno identificati e verrà consigliato uno schema di incremento appropriato (che richiede solo alcune esecuzioni).
  • Creazione istantanea di un piano ottimale a livello globale quando i cicli di esecuzione sono multipli di quattro e tutti i fattori sono continui o categorici a due livelli.
  • La funzionalità Piano personalizzato fornisce script di modellizzazione per Regressione generalizzata e Stima misti. PRO

Analisi statistica, modelli predittivi e data mining
  • La piattaforma Esplora pattern consente di esaminare l'integrità dei dati cercando caratteristiche anomale al loro interno, incluse lunghe esecuzioni, lunghe sequenze duplicate e valori formattati insoliti.
  • I miglioramenti della regressione generalizzata offrono opzioni di riavvio con un clic che permettono di modificare le distribuzioni con grande flessibilità, senza doverle riavviare.
  • Miglioramenti alle piattaforme Esplora outlier ed Esplora valori mancanti.
  • Possibilità di visualizzare contemporaneamente profiler isometrici a più frame.
  • La nuova piattaforma Carta di controllo multivariata guidata da un modello consente agli utenti di monitorare grandi quantità di processi altamente correlati. La piattaforma può essere utilizzata in combinazione con le piattaforme PCA e PLS per monitorare le variazioni di processo multivariate nel tempo, fornire avvisi avanzati relativi a shift di processo e suggerire cause probabili delle modifiche di processo.
  • L’Explorer funzionale dei dati (FDE) consente di bypassare i passaggi intermedi di creazione, rimodellamento e unione di tabelle, migliorando il flusso di lavoro. Questo permette di utilizzare in modo integrato DOE della risposta funzionale, Piano personalizzato, FDE e Regressione generalizzata in un flusso di lavoro più pratico e affidabile.PRO
  • La nuova funzionalità Crea colonna di validazione offre un maggior controllo e un'interfaccia migliorata. PRO
  • Modellazione ad equazioni strutturali, una nuova piattaforma flessibile di modellizzazione predittiva, consente di elaborare le relazioni tra variabili osservate e non osservate (latenti). PRO
  • La piattaforma Support Vector Machines completa la famiglia di strumenti per la modellizzazione di JMP Pro. PRO

Automazione e scripting
  • La nuova voce di menu Copia colonne consente di copiare negli appunti uno script per creare la colonna utilizzando JSL.
  • L'opzione per gli script di tabella, Copia script di tabella (Nessun dato), consente di copiare il modello di tabella senza dati.
  • Ora è possibile salvare gli script generati tramite le operazioni del menu Tabelle nella tabella di origine.
  • Possibilità di generare JSL per le clausole Where con un clic del mouse.
  • L'integrazione con il server SAS Cloud Analytic Services (CAS) offre un meccanismo di scripting più semplice, un migliore controllo di autenticazione/autorizzazione, la possibilità di recuperare più facilmente i set di dati e di eseguire azioni CAS da JMP, consentendo agli utenti di sfruttare ambienti cloud di grandi dimensioni e ad alte prestazioni, basati su AWS, Azure oppure OpenStack.

Documentazione

Scaricate un PDF con le nuove funzionalità di JMP e JMP Pro oppure consultate la nostra documentazione online.

Back to Top